L’AMORE E L’AMICIZIA AI TEMPI DEI SOCIAL

0
273

Nel nostro frenetico mondo social, ormai, le emozioni si esprimono con un’emoticon e le relazioni sociali (amicizia, amore) si intrecciano in una chat. Facendoci travolgere da una spirale virtuale che può farci perdere la cognizione della realtà.

Negli ultimi anni il concetto di amore e le relazioni sociali in generale hanno subito notevoli cambiamenti, soprattutto dopo l’avvento dei social network che hanno rivoluzionato ogni aspetto della nostra vita. In passato l’unico modo di comunicare con l’amato era scrivere lettere o al massimo telefonare da un telefono fisso, e lo stesso avveniva per contattare amici e parenti vicini e lontani. Sentirsi via cornetta telefonica diventava così un evento da attendere con ansia e trepidazione: oggi questa piacevole attesa non esiste più, siamo in costante e continuo contatto con WhatsApp, Instagram, Facebook e una miriade di altri social e chat.

La tecnologia si evolve e con essa mezzi e modi di comunicazione. Eravamo terrorizzati dopo l’introduzione degli sms per le conseguenze che avrebbe potuto introdurre, figurarsi oggigiorno che internet ha quasi annullato le distanze tra le persone. Ma se inizialmente l’obiettivo era quello di avvicinare persone lontane fisicamente, i rapporti personali sono diventati sempre più difficili e freddi, sempre più virtuali e meno reali.

In tutto questo anche l’idea dell’amore ha subito notevoli cambiamenti: se prima uno sguardo o un gesto potevano accendere la scintilla, oggi non è raro vedere gli smartphone come strumenti per trasmettere i nostri sentimenti e le nostre emozioni.

Nell’era dei social, siamo ancora in grado di amare? O forse non siamo più disposti a fare i sacrifici e i compromessi che una relazione duratura nel tempo necessariamente richiede?

Se è vero che i social possono portare ad un reciproco allontanamento sta a noi fare in modo che non sia così, ma anzi sfruttarne tutte le potenzialità per consolidare una relazione in cui investiamo tempo, amore e fatica ogni giorno.

Amare qualcuno e restare accanto a lui per tutta la vita: una volta questa era la normalità, oggi è un po’ più difficile ma non impossibile. Secondo il compianto sociologo Bauman, oggi siamo bersagliati da mille tentazioni – complice anche l’avvento dei social network e della comunicazione digitale –  e rimanere fedeli non è una cosa da dare per scontata, ma può diventare una scelta consapevole per evitare che i sentimenti vengano bruciati dalla folle corsa del consumo.

Nell’epoca dei social media, anche la tentazione diventa un’esperienza sempre più smart e condivisa: app al posto di appuntamenti segreti e messaggi per organizzare incontri. Il dispositivo tecnologico rappresenta ormai il terzo incomodo nella vita di coppia: lo smartphone non è più utilizzato per alimentare relazioni clandestine ma è, esso stesso, un compagno invisibile capace di attirare l’attenzione.

L’amicizia nell’epoca del virtuale ha assunto un nuovo significato. Prendiamo Facebook, dove il significato di amicizia viene completamente distorto, perché “amico” è colui che preme un tasto per chiedere di “essere amici”. È vero, i social network connettono persone da qualsiasi parte del mondo e permettono la conoscenza tra persone con le stesse passioni. Ma non vi sembra troppo poco? Il miglior modo per utilizzare internet, in fondo, è averne la consapevolezza.

Un messaggio su WhatsApp o un like su una foto di Instagram richiedono meno impegno di una conversazione faccia a faccia, ma non danno sicuramente lo stesso risultato. I social sono un ottimo strumento per comunicare, ma non possono sopperire a tutte le necessità che un legame emotivo con una persona comporta. E poi vuoi mettere una bella chiacchierata tra amici sorseggiando un buon caffè rispetto a chat e like a distanza?


LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento!
Ti preghiamo di inserire il tuo nome